06 aprile 2008

PRECARIATO IN UNICOOP: DOPO 5 ANNI DI LAVORO L'IPERCOOP DI MONTEVARCHI NON RINNOVA IL CONTRATTO A 7 PRECARIE



Lettera per chi ha voglia di dire una sola parola per noi

A gennaio 2008 all’interno dell’ Ipercoop di Montevarchi si è verificata una grave situazione sette precarie con cinque anni di onorato lavoro si sono viste chiudere in faccia le porte dell’ ipermercato.

L’ Azienda ha attribuito alla legge Welfare tutte le responsabilità questo è un atteggiamento inaccettabile e incoerente con quello che mi hanno detto e promesso in tutti questi anni : che sono una lavoratrice meritevole ,che l’ assunzione sarebbe scattata quanto prima e tanti bei discorsi di comodo e circostanza . Cari signori un grazie e arrivederci non mi va proprio bene perché giocare su un posto di lavoro e sulla dignità delle persone è vergognoso .

Dire che in questi anni ho dato l’ anima è poco, perché con il miraggio di un assunzione,
il precario di fatto deve dire sempre SI.

SI agli straordinari, SI agli orari peggiori, SI a tutto quello che l’ Azienda chiede.
Considerato che l’ Ipercoop di Montevarchi è sott’organico e continuamente deve fare uso di personale avventizio preso con l’ intermediazione delle agenzie interinali mi chiedo perché non sia al mio posto di lavoro. In questa vicenda sono venuti meno i capisaldi di cui UNICOOP FIRENZE dice di farsi garante. Capisaldi che sono alle fondamenta di tutte le cooperative: LA SOLIDARIETA LA MUTUALITA LA DEMOCRAZIA senza fini di lucro.

A questo punto dopo avere effettuato alcune proteste e soprattutto chiesto aiuto a Istituzioni, Azienda, Soci e sezioni politiche ho ottenuto solo giudizi che mi rimproverano perché MI SONO ESPOSTA TROPPO, non è PIACIUTO LO SLOGAN: ADOTTA UN PRECARIO A DISTANZA e che mi sono COMPORTATA MALE quando ho perso la calma dicendomi che sono una maleducata. Intendo ringraziare LA SINISTRA ARCOBALENO di MONTEVARCHI e LA SEZIONE DEL PD di CAVRIGLIA.
A tutti gli altri SIGNORI che invece di aiutarmi mi hanno solo giudicata FACCIO LE MIE SCUSE

SCUSATE
Se non capisco: c’ è una legge che dice che ho diritto al lavoro fisso ma sono a casa perché UNICOOP FIRENZE ha deciso di usarmi come arma di ricatto per ottenere i suoi interessi contro lavoratori fissi e sindacalisti;

SCUSATE
Se mi è stato detto di stare tranquilla buona a aspettare non so cosa e non l’ ho fatto.Ma quando ho saputo che nei comuni vicini UNICOOP FIRENZE ha assunto e quindi stabilizzato lavoratori con i miei stessi diritti mi sono chiesta il perché;

SCUSATE
Se sono un ITALIANA che non ha mai chiesto niente e che non avrebbe mai immaginato di salire le scale di un municipio per chiedere aiuto alle persone per cui ha votato per 20 anni e dopo due mesi non avere ancora una risposta;

SCUSATE
Se mi sono presentata a un consiglio comunale chiuso, ma quando ho capito che avrei dovuto aspettare perché il protocollo non prevede la parola per tutti EDUCATAMENTE ho aspettato;

SCUSATE
Se dopo TRE ORE di ALBERI FINTI, FIORERE, PANCHINE, PICCIONI e ZANZARE ci sono voluti altri TRE QUARTI D’ ORA per dirmi che non avrei parlato e a quel punto mi sono arrabbiata e ho detto parole offensive;

SCUSATE
Se mi sono sentita male nel capire che chi non mi voleva fare parlare era proprio il PD o PDS e i suoi consiglieri;

SCUSATE
Se sono rimasta STUPITA nel sentire che le parole che avrei voluto dicesse il PD o PDS le stava urlando l’ opposizione mi hanno congedato con un documento nel quale non si aveva il coraggio di nominare e condannare UNICOOP FIRENZE per la sua posizione.Per merito della SINISTRA ARCOBALENO e FORZA ITALIA hanno nominato nel documento l’ ipermercato di Montevarchi;

SCUSATE
Se dopo avere saputo che il SINDACO di MONTEVARCHI si è offeso e che ci voleva denunciare ho deciso di fare queste scuse a tutti.

A QUESTO PUNTO VORREI SAPERE CHI CHIEDE SCUSA A ME.

SCUSA per avere chiesto il MIO posto di lavoro;

SCUSA perché dopo avere visto cosa è la politica mi domando come un SINDACO che è li grazie a me e al mio voto, invece di attivarsi perde tempo a OFFENDERSI senza dare risposte;

SCUSA per avere lavorato quattro anni facendo sempre il mio dovere e non perché ero una precaria ma perché so quanto è importante il lavoro.
Lavorato per UNICOOP FIRENZE una cooperativa con VALORI IMPORTANTI a cui nonostante tutto io credo e spero che anche LEI creda ANCORA.

GRAZIE A TUTTI

SABATO 05 APRILE 2008 17:21
Le SETTE PRECARIE DI IPERCOOP MONTEVARCHI

Fonte: www.arezzonotizie.it

Comunicato stampa Sinistra Arcobaleno

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie a grandi manager, illustri e dottorati maghi dei numeri:il "diverso" mondo coop è riuscito a prendere a fare suo il peggio dell'avverso (??!!) mondo capitalistico

rsaflaica ha detto...

Anche noi sul nostro blog riportiamo questa notiza.
Un saluto a tutti Voi

Anonimo ha detto...

ti chiedo scusa come dipendente sia come collega e' il minimo che posso fare .forse in 8.000 dipendenti bisognerebbe riflettere un po' di più davvero, forse tutto il nostro prodigarsi va solo a nostro scapito, siamo noi i bravi loro non sanno nemmeno guardarti negli occhi se non per sfruttarti o chiderti le cose impossibili!!!!
bella umanita che c'e' in coop.....

non molliamo ....il fiato sul collo devono sentire tutti.
forza
ciao da un amico

Anonimo ha detto...

Tornassi indietro col c...o che mettevo domanda alla coop!!
Coraggio ragazze che forse non tutto il male vien per nuocere!

Anonimo ha detto...

IO TIFO CAPROTTI!!!
Almeno lui fa lo stronzo con i soldi suoi mica con quelli dei soci.
Gliele devon far pagare le tasse a tutte queste cazzo di coop!!!!

Anonimo ha detto...

La Coop che calpesta i diritti dei suoi dipendenti, che in molti casi sono pure soci, è un segno , BRUTTO, dei tempi.
Mio nonno si rigira nella tomba.