06 settembre 2008

ASSEMBLEE PER IL CONTRATTO NAZIONALE


Si stanno svolgendo in questi giorni le assemblee informative sull’ipotesi di accordo di rinnovo del CCNL della distribuzione cooperativa.


Ci sembra utile ripercorrere in breve tutti i passaggi che hanno portato alla firma dell’ipotesi.

Il 18 luglio scorso, è stata firmata l’ipotesi di accordo del contratto del commercio da Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.
La Filcams-Cgil non ha firmato. Queste sono le sue motivazioni.
La posizione della Filcams è stata criticata sia di Fisascat, che da Uiltucs.

Successivamente, in data 25 luglio 2008, si è pervenuti alla firma del CCNL della distribuzione cooperativa, stavolta in modo unitario.
Le OO. SS. firmatarie dell’ipotesi sottolineano i risultati raggiunti sia per la parte normativa, che per quella salariale.

Numerose le voci critiche, tra le quali vi segnaliamo quella di Rete28Aprile e di Flaica-Cub.

Le assemblee informative per i lavoratori dei magazzini di Scandicci e Sesto F.no, si terranno giovedì 11 settembre, con il seguente orario: dalle 11.00 alle 13.00 per il turno di mattina; dalle 13.00 alle 15.00 per il turno di pomeriggio.

Su alcune assemblee già effettuate non sono mancate polemiche.
Uiltucs e Fisascat toscane accusano la Filcams di comportamento scorretto.
Al termine delle riunioni informative è previsto un referendum che si dovrebbe svolgere nella prima decade di ottobre.


9 commenti:

Zanardi ha detto...

Ci hanno elargito una miseria e gli è stato pure abbonato un intero anno di arretrati.
Vorrei capire che tipo di geni va a fare le trattative per i sindacati, quando poi sui media viene fatto bandiera della necessità di adeguare i salari al costo della vita.
Sugli orari, sui riposi giornalieri e settimanali,sulle aperture domenicali e sulla flessibilità in genere si fanno preoccupanti passi indietro e si perde la centralità normativa del ccnl!
Votare NO mi pare inevitabile e vorrei capire che vincoli può definire il referendum consultativo.
Cmnq leggete il comunicato di RETE 28APRILE nel post e non vi potrete che trovare d'accordo con me.

PIETRA ROSSA ha detto...

Sulla rete28 aprile...stendo un velo pietoso...sui cobas...sono BRAVI a fare casino,dove nn contano nulla,mentre dove sono firmatari di accordi con i confederali (cgil,cisl,uil) vedi la pubblica amministrazione,fanno come la RAI ,DI TUTTO DI PIU'!
Se ci ostiniamo a fare il MURO e nn propoporre mai niente di costruttivo SAPENDO pero' CHE SIAMO NEL 2008 (!!!!) ci lasceremo strumentalizzare da questa gente qua'!
azienda e sindacati a braccetto con i cobas e simili dietro a fare FOLKLORE....e indovinate un po' chi lo piglia nel........
BRAVI!

Massimiliano ha detto...

Pietrarossa che proponi, allora?
Che i confederali vanno a braccetto con le coop l'hai detto tu e ce ne eravamo accorti un pò tutti,in verità;
che i cobas son solo parassitari io non lo so ma ti voglio credere;
e allora, che rimane da fare di costruttivo nel 2008?
La vedo buia.... si tira fuori il burro dal frigo????

pietra rossa ha detto...

Buttare fuori i confederali che vanno a braccetto con le coop.
Mettere delle "teste" pensanti a far "ragionare" quest'azienda...che come scritto qui e su altri altri blog NN NE INDOVINA UNA (!!!)e nn assecondarla quando sbaglia.
Ma tutto questo rimanendo nelle regole!
NN stracciare le tessere!
SE CE NE ANDIAMO DAL SINDACATO GLI FACCIAMO SOLO UN FAVORE
PERCHE' TANTO LE TESSERE LE FANNO COMUNQUE (730,ISEE...)E HANNO TANTI ROMPIXXXXIONI IN MENO.

Il burro va benissimo per la pasta!
Un saluto.

Anonimo ha detto...

SI POTEVA E SI DOVEVA FARE MEGLIO E DI PIU.
TROPPI SCIOPERI ANNUNCIATI E MAI FATTI, UN ERRORE ACCETTARE L ANTICIPO DI 50 EURO (E ORA ADDIO UNATANTUM RISARCITORIA), TROPPO INIQUA LA CIFRA DI AUMENTO E TROPPE LE MATERIE DEMANDATE ALLA CONTRATTAZZIONE AZIENDALE!
LE DOMENICHE CHE DOVREMO LAVORARE NON SARANNO PAGATE CON LA MAGGIORAZIONE STRAORDINARIA E LA FLASSIBILITA DELL ORARIO SETTIMANALE RENDERA PIU DIFFICILE ORGANIZZARE LA NOSTRA VITA.
CI VEDO POCHE COSE POSITIVE PAGATE AD UN PREZZO SALATO E OGNI CONTRATTO SIGLATO VEDE UN PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI CHI LAVORA.
IO VOTERO NO.
SALUTI

Anonimo ha detto...

Pietra rossa: "Non stracciare le tessere! Se ce ne andiamo dal sindacato gli facciamo solo un favore".

Tradotto: "Continuiamo a finanziare queste caste padronali che di sindacato non hanno proprio niente"

CONGRATULATIONS....

Anonimo ha detto...

Cara Pietra Rossa,La CUB (o come preferisci tu i COBAS) non fa solo casino come ti piace pensare, fa del sindacato dalla base, con fatica, senza distacchi pagati dall'azienda, subendo discriminazioni del caso...In altre parole fa sindacato come lo faceva la CGIL 40 anni or sono. La Memoria storica non appartiene a questo paese...Purtroppo...

Anonimo ha detto...

Se questo contratto sarà così migliore di quello del terzario lo vedremo perchè che lo coop rinuncino a rendere obbligatorie le domeniche e alla flessibilità di orari e riposi non ci credo.

Massi ha detto...

Chi ne ha l'opportunità legga bene le nuove normative su riposi, flessibilità di orari e domeniche perchè c'è da temere e da tremare!